Home

Accertamento dello stato di handicap

Permessi lavorativi Diritto allo Studio Disabili e servitù di passaggio

Accessibilità ai seggi elettorali e diritto di voto

Scadenze di fine marzo per i disabili-Terminologia fiscale Dispositivo di segnalazione di emergenza per disabili Sussidi tecnici ed informatici
Accreditamento in conto corrente bancario Decreto ministeriale del 27/1/99 sugli invalidi civili, ciechi civili e sordomuti Gli importi delle pensioni, indennità e assegni per gli invalidi civili, ciechi civili e sordomuti Erogazione delle provvidenze economiche per invalidi civili

Accreditamento in conto corrente bancario

Dal 1996, è possibile anche per gli invalidi civili far accreditare le provvidenze economiche loro spettanti in conto corrente bancario; ricordiamo che precedentemente tale possibilità non era ammessa e il ritiro delle relative somme avveniva esclusivamente attraverso gli uffici postali.
Le norme per l'accreditamento delle provvidenze economiche spettanti agli invalidi civili sono fissate dal Decreto ministeriale del 28 novembre 1996.
Le istanze devono essere presentate all'INPS di competenza segnalando gli estremi del conto corrente bancario e i riferimenti alla provvidenza economica goduta (il numero di libretto e il tipo di provvidenza goduta). In allegato il Decreto citato riporta uno schema tipo del modulo da utilizzare per tale richiesta.
Il modello di domanda allegato al citato decreto ministeriale, prevede che questo sia compilato dal titolare della provvidenza economica e firmato dal medesimo se in possesso di capacità di agire. Nel caso del minore tale capacità è esercitata dai genitori esercenti la patria potestà (art. 316 cod. civ.) o dal tutore nominato ai sensi dell'articolo 343 del Codice Civile. Il modello rappresenta comunque un facsimile che potrà essere adattato alle specifiche esigenze o a casi particolari. Va specificato che - in questi casi - il Conto corrente bancario di riferimento dovrebbe essere intestato al beneficiario e al suo rappresentante legale.

La rappresentanza legale è desumibile dal libretto che, negli appositi spazi, reca la fotografia e la firma dell'avente diritto o, in sostituzione, quelle del suo rappresentante legale.

Non è più necessaria la dichiarazione di esistenza in vita entro il 31 dicembre

Home