Home

Accertamento dello stato di handicap

Permessi lavorativi Diritto allo Studio Disabili e servitù di passaggio

Accessibilità ai seggi elettorali e diritto di voto

Scadenze di fine marzo per i disabili-Terminologia fiscale Dispositivo di segnalazione di emergenza per disabili Sussidi tecnici ed informatici
Accreditamento in conto corrente bancario Decreto ministeriale del 27/1/99 sugli invalidi civili, ciechi civili e sordomuti Gli importi delle pensioni, indennità e assegni per gli invalidi civili, ciechi civili e sordomuti Erogazione delle provvidenze economiche per invalidi civili

Dispositivo di segnalazione di emergenza per portatori di handicap

L'articolo 72 del Codice della Strada (Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n. 285), elenca i dispositivi di equipaggiamento di cui debbono essere dotati veicoli a motore e gli eventuali rimorchi. Al comma 7 si prevede che il Ministero dei trasporti, con propri decreti, stabilisca norme specifiche sui dispositivi di cui i mezzi destinati alla guida o al trasporto di disabili possono essere dotati.

Con Decreto del 18 luglio 1997, n. 295, il Ministero dei trasporti e della navigazione - ha approvato il "Regolamento recante prescrizioni tecniche per la omologazione di un dispositivo di segnalazione di emergenza per portatori di handicap." (Gazzetta Ufficiale n. 212 del 11 settembre 1997).

Il dispositivo sarà destinato a segnalare a distanza una situazione di emergenza di un veicolo condotto da invalidi; nella superficie anteriore e posteriore sarà riprodotto su sfondo blu il simbolo internazionale del disabile. Il segnale dovrà essere realizzato in materiale trasparente e dovrà prevedere la possibilità di essere retroilluminato grazie ad una sorgente luminosa autonoma o attivabile attraverso la presa dell'accendisigari.

Di dimensioni molto contenute (15x18,5 cm), il segnale dovrà essere munito di un supporto tale che ne consenta la apposizione sul tetto della vettura; il supporto, che può anche essere magnetico, deve essere tale da garantire la stabilità del dispositivo anche in presenza di un vento di velocità pari a 60 Km/h.

Per essere prodotto e commercializzato, il dispositivo dovrà ottenere l'omologazione dal Ministero dei trasporti e della navigazione sostenendo preventivamente verifiche tecniche presso un CPA (Centro prova autoveicoli) abilitato alla effettuazione di prove fotometriche.

Considerato che  il Codice della Strada (art. 72) distingue fra i dispositivi di cui ogni veicolo deve essere equipaggiato e quelli opzionali e che la nuova segnalazione sembra rientrare in questa seconda categoria,  non dovrebbe essere obbligatorio averlo a bordo.

Home